Come diventare un social media manager: 10 consigli dai professionisti

Pubblicato il giorno 26/2/2020 da Chiara Casse e Samantha Bonanno

Come diventare social media manager

Sei uno studente universitario attivo sui social e ti stai chiedendo come diventare social media manager, oppure sei già inserito nel mondo del lavoro ma non sei pienamente soddisfatto dell’attività a cui ti dedichi?

Abbiamo una buona notizia per te! Quello del social media manager è un percorso di carriera del tutto fattibile.

Ma come si passa da semplice dilettante appassionato a professionista presso un’azienda affidabile e potendo vivere di questa passione?

Vuoi sapere come diventare un social media manager? Ecco le risposte che cerchi

Abbiamo chiesto il parere di alcuni esperti di social media di diversi settori a livello internazionale e abbiamo stilato un totale di 10 consigli. Scopriamoli insieme!

10 consigli utili per diventare social media manager:


  1. Valuta la possibilità di frequentare un corso di laurea in comunicazione o marketing
  2. Mantieniti aggiornato sulle tecnologie e gli strumenti del settore
  3. Cerca ovunque le tue opportunità per lavorare con i social
  4. Ricorda che sei sempre osservato
  5. Non smettere mai di imparare e di adattarti
  6. Impara a lavorare e a formarti (anche) in modo autonomo
  7. Trova brand che ammiri e seguili
  8. Costruisci un portfolio online
  9. Consolida il tuo CV con attività di volontariato
  10. Dimostra di saper gestire bene il tempo

1. Valuta la possibilità di frequentare un corso di laurea in comunicazione o marketing

… ma sappi che non è un requisito fondamentale.

Alice Fuller, ex produttrice televisiva e attualmente social media strategist di fama internazionale, consiglia di iniziare studiando ed esercitandosi in tutti i modi possibili:

Se il tuo desiderio è davvero quello di diventare un buon social media manager, studia innanzitutto le basi del marketing e della scrittura. Studia più che puoi, quindi metti in pratica quanto appreso per i tuoi progetti personali. In questo modo potrai arricchire il tuo CV con vere esperienze.

I professionisti con cui abbiamo parlato hanno seguito una formazione in ambiti diversi, da scienze politiche a fashion design, psicologia o vendite nel settore farmaceutico. Non è quindi un requisito fondamentale l’aver frequentato un corso per diventare social media manager: puoi benissimo imparare da autodidatta o seguire alcuni corsi veloci (anche erogati da enti privati) che ti diano le basi!

Spesso i social media manager devono sintetizzare in una sola figura moltissime competenze diverse, che difficilmente possono essere racchiuse in un solo corso di laurea. Pensa solamente alla gestione delle campagne ads sui social o alla gestione di una community: sono task che richiedono competenze ed un’attitudine molto diverse!

2. Mantieniti aggiornato sulle tecnologie e gli strumenti del settore

Indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno intenzione di intraprendere un percorso formativo in marketing, uno dei requisiti per diventare social media manager è mantenersi al passo con gli strumenti e i gli ultimi “trucchi” del mestiere in ambito social media.

Una buona gestione dei social implica anche delle conoscenze specifiche che vanno oltre l’aspetto creativo e di community engagement. Per una campagna di successo, è necessario saper maneggiare gli strumenti analitici e usare a proprio vantaggio gli insight e i dati raccolti per raggiungere un pubblico più vasto.

Il modo migliore per farlo è rimanere aggiornati sui migliori e più diffusi software di social media management. Molti di questi prodotti forniscono una versione di prova gratuita e sono quindi una ghiotta opportunità per esplorarne le funzionalità e scoprire cosa possono offrire in termini di analisi social e monitoraggio dei contenuti.

3. Cerca ovunque le tue opportunità per lavorare con i social

Poco importa a cosa ti stia dedicando attualmente, c’è sicuramente l’occasione perfetta per iniziare a costruire il profilo social legato alla tua attività. Parla con il tuo team di marketing o con la direzione aziendale per vedere se c’è la possibilità di promuovere i vostri prodotti o servizi sui social media.

E non dimenticarti di sfruttare le opportunità legate ai social nella tua vita privata. Tra i membri del tuo team ci sono sicuramente diversi colleghi che usano i social media per qualsiasi cosa, dal book fotografico dei loro animali domestici alla promozione dei propri gruppi di lettura e servizi di dog-sitting.

Promuovere i tuoi hobby su Instagram non ti farà forse trovare il lavoro dei tuoi sogni, ma servirà sicuramente a dare un valore aggiunto al tuo curriculum e portfolio professionale perché ti permetterà di sfoggiare le tue abilità nel gestire una campagna social di successo.

4. Ricorda che sei sempre osservato

Anche se stai soltanto gestendo un account personale, se sei capace di esprimerti con  uno stile incisivo, di creare uno storytelling efficace e di pubblicare contenuti coerenti sei già a metà strada per diventare social media manager. Ma lo stesso concetto vale anche in chiave contraria: se la tua reputazione sui canali social è negativa, ciò che scrivi o pubblichi potrebbe – e lo sarà molto probabilmente – essere usato contro di te.

Ricorda che internet non dimentica. Non è mai una cattiva idea verificare e controllare personalmente i tuoi profili pubblici e rimuovere eventuali post imbarazzanti. Permettiti di sbagliare. Anche i professionisti fanno degli errori.

5. Non smettere mai di imparare e di adattarti

Dieci anni fa tutti conoscevano MySpace. Poi è arrivato Snapchat. Oggi TikTok è il trend del momento. I social network vanno e vengono, per questo uno dei requisiti per diventare social media manager è mantenersi informati e sviluppare una certa flessibilità. Ciò vale non solo per i social, ma anche per le altre discipline del marketing.

La social media manager Lauren Mallett ha iniziato con il design tessile per poi passare al fashion design, al graphic design e al marketing prima di dedicarsi al suo ruolo attuale.

Quando lavori maneggiando le diverse discipline del marketing, prima o poi ti troverai maggiormente coinvolto in una che ti attira in particolar modo. Devi concentrarti sui dati senza però che ne risenta la tua creatività. A quanto pare i migliori social media manager sanno lavorare su diverse cose contemporaneamente.

6. Impara a lavorare e a formarti (anche) in modo autonomo

I social media manager collaborano direttamente con esperti di marketing, blogger, venditori, ecc. Il loro lavoro è – per definizione – sociale. Ma la comunicazione diretta e quella digitale non sono la stessa cosa: talvolta la vita di un social media manager può essere piuttosto solitaria.

Un social media manager deve essere a suo agio a lavorare come un “team individuale”. Per sopravvivere in questo ruolo, è consigliabile utilizzare un software per social media marketing e documentarsi su tutto ciò che abbia a che fare con il marketing, dalla SEO al graphic design, al web design fino alle campagne di link building, Google Ads, WordPress e Facebook Ads.

7. Trova brand che ammiri e seguili

Stila un elenco delle aziende e dei brand che ammiri e con cui ti piacerebbe lavorare e tieni d’occhio le loro pagine delle opportunità lavorative. Se hai già iniziato a costruire un profilo social che lascia il segno, quando arriverà l’occasione giusta avrai più probabilità di conseguire un tirocinio o addirittura il lavoro tanto sognato.

Il lavoro dei tuoi sogni nel campo dei social media non è necessariamente presso un colosso aziendale. Potrebbe essere per qualsiasi società dotata di uno stile comunicativo divertente e innovativo sui social oppure un brand che hai a cuore e che ha bisogno di te per sviluppare quell’approccio.

Quando ti presenti a una azienda, ricorda che, come spiega Greta Lomaestro di Digital360, “il professionista dei social ha, generalmente, un’anima sia creativa che strategica, conosce a fondo le caratteristiche tecniche dei diversi canali, si tiene aggiornato, sa declinare il contenuto in modo differente e sa relazionarsi con l’audience in maniera corretta, con l’obiettivo finale di trasformare i fan in clienti e, successivamente, trasformare i clienti in veri ambassador del brand.

8. Costruisci un portfolio online

Il responsabile marketing Drew Henry ha ottenuto il suo ruolo nell’ambito dei social media non per la sua esperienza nella gestione PR e social per diversi ristoranti, ma grazie a un lifestyle blog fondato con degli amici.

In sostanza, il mio blog amatoriale è ciò che mi ha dato la visibilità e la possibilità di ottenere un lavoro full-time come social media manager“, spiega Henry, che consiglia inoltre di mostrare i dati analitici dei tuoi profili e blog personali.

Morale della favola: se non hai niente di concreto da mostrare e non ti sei costruito per conto tuo un’esperienza con i social media, non ti assumeranno. Penserai forse che un blog personale non c’entri molto in un curriculum, ma in questo caso può solo valorizzarlo.

9. Consolida il tuo CV con attività di volontariato

Valuta la possibilità di fare del volontariato occupandoti dei profili social di una scuola, un’organizzazione non profit o un ente che hai a cuore. È un ottimo modo per accumulare preziosa esperienza contribuendo al contempo alla diffusione del messaggio dell’organizzazione.

Il lavoro che svolgi per una buona causa potrebbe essere il trampolino di lancio verso il tuo lavoro ideale come social media manager.

10. Dimostra di saper gestire bene il tempo

È risaputo che i social media sono una fonte di distrazione che distoglie l’attenzione dagli impegni. Un social media manager corre infatti il rischio collaterale – come capiterebbe al commesso di una pasticceria che ha un debole per i dolci – di rimanere ipnotizzato dai canali che gestisce.

Può capitare a tutti di dover rispondere velocemente a un messaggio su Twitter o dedicare cinque minuti nel weekend a controllare le menzioni, ma è bene applicare la regola generale di non eccedere l’orario di lavoro salvo per eccezioni particolari.

Sei un social media manager?

Siamo curiosi di sapere il tuo punto di vista su come diventare social media manager.

Quali consigli daresti a chi sta cercando di farsi strada in questo ambito? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Sei alla ricerca di un software per il social networking? Consulta l’elenco delle migliori soluzioni di software per creare una  community

 

Questo articolo potrebbe far riferimento a prodotti, programmi o servizi che potrebbero non essere disponibili nel tuo paese o potrebbero essere soggetti a restrizioni nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Ti suggeriamo di contattare direttamente il provider per richiedere maggiori informazioni sulla disponibilità del prodotto e sulla sua compliance con le leggi locali.