Le 5 migliori alternative a Jira per i software di gestione dei progetti

Pubblicato il giorno 18/4/2020 da Chiara Casse e Pritam Tamang

Jira di Atlassian è il tool di project management più conosciuto, ma non deve essere per forza l’unico. Scopri le cinque alternative a Jira descritte nel presente articolo per individuare il software che fa per te.

Se lo sviluppo dei software Agile ti è familiare, avrai sicuramente sentito parlare di Jira di Atlassian.

Le dashboard  di monitoraggio delle attività in stile Kanban di Jira consentono ai team di adottare lo stesso approccio per quanto riguarda lo stato e la priorità delle attività. Il tool consente inoltre ai team IT di monitorare le richieste di risoluzione dei bug relativi ai software.

Tuttavia, Jira non rappresenta l’unica soluzione disponibile sul mercato per la gestione dei progetti. Tenendo presente tutti i fattori descritti precedentemente, abbiamo redatto un elenco di soluzioni alternative a Jira.

Per fare in modo che i tool esaminati soddisfino le esigenze aziendali più disparate in termini di dimensioni e requisiti, la nostra analisi riguarderà software per la gestione di progetti e portfolio, tool di collaborazione e software per la gestione di attività di base.

Di seguito ti forniamo un riepilogo delle funzionalità più importanti e delle corrispondenti fasce di prezzo per le cinque principali alternative a Jira nell’ambito della gestione dei progetti.

Modalità di selezione delle alternative a Jira

Per poter essere inclusi nel presente articolo, i prodotti devono soddisfare i seguenti criteri:

  • Prezzo competitivo: abbiamo analizzato soltanto i prodotti la cui tariffa mensile è inferiore a $10 (9 € circa) per utente.
  • Funzionalità Jira principali: il prodotto deve offrire le funzionalità principali di Jira, come ad esempio le dashboard Kanban/Scrum, il monitoraggio di progetti/bug/issue e le funzionalità di reporting.
  • Un minimo di 20 recensioni pubblicate sul sito di Capterra nel corso degli ultimi 2 annile recensioni recenti ci permettono di valutare i vantaggi e gli inconvenienti associati alle alternative presentate.
  • Punteggio elevato di “propensione a consigliare il tool”: il prodotto deve avere un punteggio medio pari ad almeno 9 su 10 sul sito di Capterra.
  • Punteggio elevato relativo a “caratteristiche e funzionalità”: il prodotto deve aver registrato un punteggio pari ad almeno 4 stelle su 5 sul sito di Capterra.
Le migliori 5 alternative a Jira per la gestione dei progetti
Le migliori 5 alternative a Jira per la gestione dei progetti

Le 5 migliori alternative a Jira (elencate in ordine alfabetico)

1. Kanban Tool: soluzione Kanban facile da utilizzare

Caratteristiche e funzionalità: (4.3/5.0)
Propensione a consigliare il tool: 9.3/10
Recensioni: 50

Kanban Tool è un tool di project management che comprende dashboard Kanban e funzionalità di condivisione dei file, di gestione delle presenze e di reporting. Dispone sia della versione cloud-based che di quella on-premise, mentre la app è disponibile per dispositivi mobili iOS e Android.

Ideato per i progetti Agile, i team possono servirsi di Kanban Tool per tenere traccia delle attività, dei bug e di altri dati sulle dashboard Kanban.

Vantaggi:

  • Gli utenti menzionano la facilità di utilizzo e l’interfaccia intuitiva del tool.
  • I diagrammi “swim lane” di Kanban sono particolarmente apprezzati dagli utenti in quanto facilitano la visualizzazione e l’organizzazione delle attività.

Inconvenienti:

  • Alcuni utenti segnalano le limitazioni della versione gratuita in quanto il tool supporta soltanto due utenti e due board.
  • Gli utenti hanno riportato alcune difficoltà del tool in merito all’esportazione degli allegati di file e alla creazione dei diagrammi di Gantt.

Quanto costa Kanban Tool?

Kanban Tool offre una versione gratuita e due piani di sottoscrizione a pagamento. Il piano gratuito non consente gli allegati di file e il suo utilizzo è limitato a due board Kanban e a due utenti. Le versioni a pagamento hanno un costo mensile iniziale di $5 (circa 4,50 €) per utente e includono diverse funzionalità quali board illimitate, gestione delle presenze e reporting.

Dashboard Kanban di Kanban Tool

Dashboard Kanban di Kanban Tool (Fonte)

2. Pipefy: software multifunzione di gestione del flusso di lavoro

Caratteristiche e funzionalità:  4.6/5.0
Propensione a consigliare il tool: 9.6/10
Recensioni: 78

Pipefy è una soluzione di project management comprendente la gestione del flusso di lavoro, diverse dashboard Kanban, modelli di progetto e funzionalità di condivisione dei file e di reporting.

Il tool offre alcuni modelli predefiniti per consentire ai team di gestire i propri progetti, come ad esempio i modelli di pipeline delle vendite per monitorare i potenziali lead negli imbuti di vendita.

Le app per iOS e Android consentono inoltre ai manager di accedere rapidamente e tenere traccia dello stato delle attività in qualsiasi momento.

Il software è particolarmente indicato per le aziende in cerca di un tool per l’automatizzazione dei flussi di progetto dei team.

Vantaggi:

  • Gli utenti segnalano la proattività del team di supporto e la velocità di risposta alle domande tramite e-mail e chat in-app.
  • Gli utenti apprezzano la possibilità di personalizzare i flussi di lavoro in funzione dei processi aziendali.

Inconvenienti:

  • In base a quanto riportato dagli utenti, l’interfaccia della app per Android non è intuitiva.
  • Secondo le recensioni pubblicate, la funzionalità di reporting è piuttosto basica e non offre opzioni di personalizzazione per la connessione e la visualizzazione di set di dati di tipologia diversa.

Quanto costa Pipefy?

Pipefy offre una versione gratuita e tre tariffe a pagamento. Il piano gratuito consente di creare un massimo di cinque flussi di lavoro di progetto, noti come pipe, per un massimo di 10 utenti. Le tariffe a pagamento hanno un prezzo mensile iniziale di $9 (circa 8 €) e supportano più di 10 utenti (nel caso di oltre 50 utenti è possibile personalizzare il proprio piano tariffario) e consentono agli utenti di creare un numero illimitato di pipe.

Creazione di una dashboard Kanban in Pipefy

Creazione di una dashboard Kanban in Pipefy (Fonte)

3. Quire: tool gratuito di task management

Caratteristiche e funzionalità: 4.3/5.0
Propensione a consigliare il tool: 9.2/10
Recensioni: 79

Quire è un tool per task management basato su cloud che consente agli utenti di organizzare le attività sotto forma di elenchi o schede nelle dashboard Kanban e di visualizzare report di riepilogo dell’avanzamento delle attività.

Il tool è inoltre disponibile per app per dispositivi mobili iOS e Android.

È indicato per team di piccole dimensioni che desiderano organizzare e monitorare le attività mediante report visivi.

Vantaggi:

  • Gli utenti apprezzano l’intuitività dell’interfaccia a trascinamento (drag-and-drop) e delle opzioni di scelta rapida della tastiera (utilizzabili anche per il riordinamento rapido delle attività).
  • In base alle recensioni pubblicate, la funzionalità di assegnazione di tag alle attività consente di filtrare e ricercare facilmente le attività in base alla priorità, al dipartimento e allo stato.

Inconvenienti:

  • In base alle recensioni pubblicate, il tool non dispone della funzionalità del diagramma di Gantt necessarie per la pianificazione dei progetti.
  • Gli utenti segnalano la mancanza di un calendario integrato per il monitoraggio delle attività.

Quanto costa Quire?

Quire è attualmente disponibile gratuitamente. Tuttavia, il tool supporta un massimo di 80 progetti e di 35 utenti.

Dashboard Kanban di Quire

Dashboard Kanban di Quire (Fonte)

4. Samepage: tool di collaborazione tra team

Caratteristiche e funzionalità: 4.6/5.0
Propensione a consigliare il tool: 9.4/10
Recensioni: 592

Samepage è una soluzione per la collaborazione tra i team che offre aree di lavoro online, dashboard Kanban, funzionalità di chat per i team, condivisione dello schermo, dei file e dei calendari e notifiche delle attività, nonché la stesura condivisa dei documenti.

Si tratta di un tool particolarmente indicato per i team alla ricerca di una soluzione singola per la gestione dei progetti e per la collaborazione. Gli utenti possono monitorare le attività, implementare le modifiche collaborative dei documenti e comunicare con gli altri membri del team in tempo reale.

Vantaggi:

  • Gli utenti apprezzano l’interfaccia semplice e intuitiva del tool.
  • Le funzionalità di audioconferenza, di chat in-app/in-page e di condivisione dei file (con la relativa cronologia di revisione) sono particolarmente apprezzate dagli utenti.

Inconvenienti:

  • Gli utenti segnalano la scarsa affidabilità delle videoconferenze, caratterizzate da chiamate spesso interrotte.
  • In base alle recensioni pubblicate, la configurazione delle notifiche (specialmente per i dispositivi mobili) può risultare difficoltosa.

Quanto costa Samepage?

Samepage offre una versione gratuita e due piani di sottoscrizione a pagamento. Il piano gratuito supporta la condivisione dei file, l’utilizzo delle chat e consente un numero illimitato di utenti. L’archiviazione è tuttavia limitata a un massimo di 2GB. I piani a pagamento hanno un prezzo mensile iniziale pari a $8 (circa 7 €) per utente e offrono 1TB di archiviazione per ciascun membro, impostazioni avanzate di controllo degli utenti e funzionalità di sviluppo personalizzate.

Aggiunta di commenti ai documenti in Samepage

Aggiunta di commenti ai documenti in Samepage (Fonte)

5. WorkOtter: software per la gestione di portfolio e progetti

Caratteristiche e funzionalità: 4.8/5.0
Propensione a consigliare il tool: 9.6/10
Recensioni: 128

WorkOtter è una soluzione per la gestione di portfolio e progetti caratterizzato da diverse funzionalità, quali gestione delle risorse e del flusso di lavoro, collaborazione tra i team, monitoraggio delle ore e delle spese, reporting mediante dashboard e gestione dei programmi.

Il tool non dispone di una app per dispositivi mobili ma è tuttavia disponibile tramite browser.

WorkOtter è adatto ai team di grandi dimensioni che desiderano implementare una soluzione avanzata di reporting dei progetti in grado di monitorare un numero elevato di progetti e allocare in modo efficace le risorse.

Vantaggi:

  • Gli utenti apprezzano la funzionalità di creazione dei report in base allo stato delle attività e all’utilizzo del budget e delle risorse.
  • La velocità di risposta da parte del team di supporto durante la fase di implementazione del tool è particolarmente apprezzata dagli utenti.

Inconvenienti:

  • Gli utenti segnalano che il tool supporta una sola lingua (inglese) e una sola valuta (dollari statunitensi), rendendo pertanto difficile la collaborazione con i clienti per quanto riguarda i progetti internazionali.
  • In base alle recensioni pubblicate, i modelli dell’interfaccia e la combinazione dei colori del tool risultano limitati.

Quanto costa WorkOtter?

WorkOtter offre tre piani di sottoscrizione a pagamento. Il primo piano ha un costo iniziale mensile di $10 (circa 9 €) per utente e include alcune funzionalità quali la gestione delle presenze. Il secondo piano offre le funzionalità di reporting, di chat e di gestione delle spese mentre il terzo piano è caratterizzato da alcune configurazioni aggiuntive quali la gestione delle risorse e del portfolio.

Visualizzazione dei report di progetto in WorkOtter

Visualizzazione dei report di progetto in WorkOtter (Fonte)

Le fasi successive della ricerca di software

Le alternative elencate nel presente articolo sono simili a quelle di Jira per quanto riguarda le funzionalità di gestione dei progetti, come ad esempio l’utilizzo di dashboard Kanban per il monitoraggio rapido, la condivisione dei file su aree di lavoro condivise e l’analisi delle prestazioni dei progetti mediante report.

Tuttavia, queste alternative a Jira presentano anche delle differenze. Ad esempio, se la modalità di gestione dei progetti presso la tua azienda è incentrata prevalentemente sulla collaborazione tra i team, Samepage sarà allora una valida alternativa a Jira. Allo stesso modo, Pipefy è indicato per la gestione dei flussi di lavoro, mentre WorkOtter per la gestione dei progetti e dei portfolio. Kaban Tool è ideale per i team caratterizzati da utenti alle prime armi, mentre Quire è adatto ai team di piccole dimensioni in cerca di una soluzione semplice per la gestione delle attività.

Oltre ai cinque tool elencati nell’articolo, sul mercato sono disponibili molte altre soluzioni alternative per la gestione dei progetti in grado di soddisfare le esigenze di ogni azienda. La nostra directory di software per la gestione dei progetti contiene le descrizioni di altri prodotti e ti permetterà di confrontarli in base a diversi fattori quali le funzionalità, il prezzo e le recensioni degli utenti.

Cerchi un software di project management? Consulta l’elenco di Capterra delle migliori soluzioni software per la gestione dei progetti.

Questo articolo potrebbe far riferimento a prodotti, programmi o servizi che potrebbero non essere disponibili nel tuo paese o potrebbero essere soggetti a restrizioni nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Ti suggeriamo di contattare direttamente il provider per richiedere maggiori informazioni sulla disponibilità del prodotto e sulla sua compliance con le leggi locali.