Questo articolo è stato originariamente pubblicato il 7/9/2020 e aggiornato il 21/12/2023.

LinkedIn è diventata una piattaforma dove è possibile crescere ed essere dei creator, sia come individui professionisti, che come aziende. Scopri cosa serve per rendere la tua pagina aziendale LinkedIn di successo grazie ai consigli di un esperto.

Creare pagina aziendale LinkedIn header

Lanciato nel 2003, LinkedIn si è lasciato alle spalle l’etichetta iniziale di social network pensato per le persone alla ricerca di un impiego, per convertirsi in uno strumento dalle enormi potenzialità, specialmente per quanto riguarda l’ambito aziendale. 

Attualmente, le pagine aziendali di LinkedIn vengono usate in diversi ambiti: da quello editoriale al reclutamento e alla selezione del personale, passando infine per la generazione di business e le azioni di marketing.

A livello aziendale, la creazione di una pagina aziendale sulla piattaforma rappresenta un’ottima opportunità per promuovere il proprio marchio, trovare talenti, acquisire autorevolezza tramite contenuti rilevanti, stabilire connessioni con altre aziende ed, infine, comunicare con la propria comunità. 

Avere un account su LinkedIn però non basta per spiccare sul social, si devono intraprendere alcune azioni per differenziarsi; ce le spiega Lorenzo Ferrari, CEO e founder di smarTalks, Top 1 Under 30 LinkedIn in Italia.

Come creare la tua pagina aziendale LinkedIn di successo

Prima di tutto, dovrai registrare la tua azienda su LinkedIn; per farlo, dovrai disporre di un profilo personale, quindi potrai registrare la tua azienda compilando un modulo e indicando tutte le informazioni pertinenti. 

Lorenzo Ferrari spiega quali sono le caratteristiche che non devono mancare per avere successo su LinkedIn. 

Cosa non deve mancare in una pagina aziendale LinkedIn


Controlla l’aspetto estetico della pagina aziendale LinkedIn

Prima di tutto è importante che la pagina aziendale abbia un’immagine di profilo e una copertina. L’immagine di profilo è solitamente il logo dell’azienda, la copertina invece può essere più fantasiosa; come afferma Lorenzo Ferrari: “L’immagine di copertina è molto importante per comunicare che cosa fa l'azienda e chi è o i valori che vuole”.

Per garantire una visualizzazione ottimale, il logo/immagine del profilo dovrà avere dimensioni pari a 400 x 400 pixel, mentre quelle dell’immagine di copertina dovranno corrispondere a 1128 x 191 pixel.

Consiglio per le PMI:

Per creare immagini, che siano la copertina del tuo profilo o le infografiche dei tuoi post, puoi avvalerti di programmi di grafica

Utilizzando questi tools potrai creare immagini con i colori della tua azienda, scegliere template già esistenti e risparmiare tempo sulla progettazione dei contenuti che vorrai creare.

Fornisci informazioni dettagliate sulla tua azienda

Un altro fattore di elevata importanza è fornire tutte le informazioni necessarie nel modo più dettagliato possibile: maggiori saranno i dettagli forniti, più elevate saranno le probabilità di aumentare la tua visibilità. Alcune delle informazioni a cui è importante prestare attenzione sono:

  • URL: mantieni lo stesso nome utente utilizzato per gli altri social network così da essere identificato dai tuoi clienti più facilmente.
  • Categorie: seleziona le categorie adeguate al tuo business, in questo modo sarà più facile identificare la tua azienda quando gli utenti effettuano ricerche tramite filtri.
  • Slogan: crea una frase che definisca l’essenza della tua azienda; le ricerche su Google visualizzano parte del tuo slogan nell’anteprima, pertanto le prime parole saranno quelle che identificheranno rapidamente il tuo marchio.
Consiglio per le PMI: 

Quando si devono fornire le informazioni sul proprio business è bene scegliere le parole corrette. Ci sono dei termini che vengono utilizzati più di altri e che quindi permettono di apparire primi nelle ricerche online.

Utilizzando dei tools SEO puoi ottimizzare la ricerca delle parole chiave adatte al tuo business e inserirle all’interno delle categorie e degli slogan della tua azienda.

Decidi come vuoi comunicare su LinkedIn

Così come l’aspetto estetico delle immagini e dei colori, è di fondamentale importanza anche il tono con cui si scrive e si comunica al proprio pubblico; resta quindi fedele al tone of voice che ha la tua azienda, però ricordati di essere su un social network e non in una conferenza stampa.

comunicazione su LinkedIn

Quando aggiungi informazioni relative al tuo marchio, descrivi la missione, gli obiettivi e i valori aziendali, senza tuttavia tralasciare i prodotti e/o i servizi offerti. Presta attenzione a quali sono gli impegni dell’azienda e parlane con il tuo pubblico, per esempio l’attenzione che ha l’azienda per l’ambiente o le politiche aziendali sul lavoro ibrido.

Crea la tua strategia di contenuti

Nel momento in cui si decide di aprire una pagina aziendale su LinkedIn è fondamentale elaborare una strategia adatta al proprio business. Un passo importante in questa fase è la stesura di un calendario editoriale, scegliere quali contenuti voler pubblicare e quando aiuta ad avere una visione più ampia di cosa si vuole diffondere sul social. I contenuti possono essere di diverso tipo, sia a livello di comunicazione che di formato stesso: esistono infatti post con solo testo, foto, infografiche, caroselli o video. 

“Non devono mancare racconti del team di quello che accade dietro le quinte. Non devono mancare casi studio, non devono mancare contenuti che coinvolgano gli utenti (...). E poi non devono mancare tutti quei contenuti di contorno che raccontano quello che è l'universo aziendale a 360”. 

Lorenzo Ferrari

Consiglio per le PMI:

Per semplificare l’utilizzo dei calendari editoriali, ti consigliamo di implementare un software di marketing automation, il quale ti permetterà di distribuire i testi redatti in base a ciascun giorno di pubblicazione. 

Un altro vantaggio offerto da questa tipologia di tool riguarda la pubblicazione automatizzata dei contenuti: i post vengono infatti pubblicati su LinkedIn in base alla data e all’ora configurata, semplificando pertanto le operazioni in modo significativo.

Come creare una pagina aziendale LinkedIn di successo

3 consigli per ottimizzare la tua pagina aziendale LinkedIn

Inutile negarlo: LinkedIn acquisisce ogni giorno sempre più rilevanza grazie alla pubblicazione frequente di contenuti unici ed esclusivi e, soprattutto, grazie all’adozione di formati e a possibilità di utilizzo differenti offerte dalla piattaforma stessa.  

Vediamo quali sono i consigli di Lorenzo Ferrari per gestire al meglio la propria pagina aziendale su LinkedIn.

Sii coerente con la brand identity della tua azienda

La brand identity è l’insieme degli elementi che caratterizzano un brand, un’azienda. Tra questi elementi vi sono il nome, il logo, i colori scelti, i valori aziendali, i prezzi adottati e tutti quegli elementi che vanno a definire un determinato marchio.

Quando un’azienda decide di implementare una strategia social è importante che abbia bene a mente quali siano questi elementi perché dovrà riportarli sui differenti canali. Facendo questo viene a crearsi coerenza e si rafforza l’identità che un brand possiede nella mente dei consumatori. 

Comunica in modo semplice e umano

I social network sono uno spazio dove le persone comunicano con semplicità, per questo è bene rivolgersi al proprio pubblico con un tono più informale. Questo non significa svalorizzare la complessità di certi contenuti, bensì essere più diretti e chiari. 

“I social network sono una piazza pubblica dove gli utenti vogliono immediatezza e soprattutto autenticità”. 
Lorenzo Ferrari

Un altro consiglio quando si parla di tipologia di contenuti, Lorenzo Ferrari spiega l’importanza di mostrare il lato umano dell’azienda. Creare quindi contenuti che parlino delle persone e che diano informazioni utili agli utenti. 

Mostrare il lato umano del brand su LinkedIn

Presta attenzione alla qualità e alla quantità dei contenuti

Abbiamo visto già che è importante pubblicare contenuti che apportino un valore aggiunto e che siano di qualità sia a livello estetico che di sostanza. Oltre alla qualità Lorenzo Ferrari pone l’attenzione sulla quantità dei contenuti che un’azienda dovrebbe pubblicare. 

Come spiega Lorenzo Ferrari, è una questione di percentuali e di probabilità, se una pagina pubblica un post alla settimana, le probabilità che questo verrà visto saranno inferiori rispetto a una pagina che ne pubblica uno al giorno. 

Lorenzo inoltre spiega che: "L'algoritmo si basa su delle metriche matematiche, di conseguenza più contenuti pubblichi, più l'algoritmo li spingerà all'interno del feed verso gli utenti”.

Spiega che se non è possibile creare un maggiore numero di contenuti, si predilige la qualità, ma se si vuole ampliare il proprio pubblico, è necessario puntare anche alla quantità. 

“Il gol vero è fare contenuti tanto di qualità, quindi mantenere un'elevata qualità con elevati standard quantitativi è chiaro che “se questo non si riesce a farlo, si predilige la qualità ovviamente, ma se si vuole crescere e intercettare possibili utenti che non siano quelli che sono già connessi a noi, è importante puntare sicuramente sulla quantità”. 
Lorenzo Ferrari
Consigli per aprire una pagina aziendale LinkedIn

Promuovi la tua pagina aziendale su LinkedIn

Infine, una volta creata la tua pagina aziendale LinkedÎn, dopo aver inserito tutte le informazioni necessarie e creato una strategia di contenuti dovrai promuoverla per raggiungere il tuo pubblico e i nuovi possibili visitatori. 

Per farlo esistono diverse vie, la prima è quella attraverso pubblicità a pagamento direttamente sulla piattaforma, questa però significherà notevoli investimenti. 

Oltre alle attività menzionate nell’articolo che aiutano ad aumentare l’engagement, un altro modo per ottenere più follower consiste nell’incoraggiare i tuoi dipendenti ad aggiungere la tua azienda nella sezione Esperienza dei propri profili. LinkedIn, infatti, promuove l’interazione tra gli utenti, come ad esempio nel caso in cui un dipendente inizia un nuovo lavoro presso una determinata azienda o completa un ciclo di anniversario lavorativo. Si tratta di fattori che forniscono al tuo sito una visibilità diretta.

Seguiti tutti questi passi e consigli non ti resta che andare su LinkedIn, e vedere quali azioni puoi implementare per raggiungere il tuo target.

Vuoi saperne di più? Consulta il nostro catalogo di software per content marketing per scoprire altri programmi.