Che cos’è e come creare un tour virtuale

Pubblicato il giorno 20/10/2020 da Caroline Rousseau e Chiara Casse

Che cos'è e come creare un tour virtuale

Se hai già usato la funzione Street View di Google Maps, sai già cos’è e hai già vissuto l’esperienza di tour virtuale. I virtual tour e gli strumenti per crearli esistono da diversi anni, ma con la crisi sanitaria hanno fatto un notevole salto in avanti. Nonostante l’incertezza, non abbiamo smesso di acquistare appartamenti, gestire le nostre aziende, interessarci all’arte o sognare le prossime vacanze.

Indipendentemente dalla crisi, la distanza faceva probabilmente già da freno o da ostacolo a questo tipo di attività. Ti starai forse chiedendo cos’è un tour virtuale? O come potresti crearlo pur non essendo un esperto di tecnologia?  Dalle corsie di un negozio ai vialetti di un giardino, il tuo tour virtuale è a distanza di un solo semplice click!

Il tour virtuale, un’esperienza visiva ricca di vantaggi

Un software per virtual tour permette di creare la modellazione di uno spazio in 3D a partire da un’inquadratura a 360° o dall’unione di più immagini, con l’obiettivo di poterlo “visitare” comodamente dal proprio computer o dispositivo mobile. Il risultato viene quindi reso disponibile e “navigabile” online, e può essere personalizzato con funzioni interattive.

Con questa tecnologia puoi creare un video a 360°, il cui principio consiste nell’evolvere all’interno del video. Oppure, puoi spingerti oltre e creare un’esperienza immersiva grazie alla realtà virtuale.

Il virtual tour è molto più di uno dei tanti gadget tecnologici. I suoi vantaggi sono molteplici e le varie piattaforme fanno a gara a chi offre le funzionalità più creative.

Questi sono i principali vantaggi del virtual tour, al di là delle specificità di un singolo settore.

Per le aziende:

  • Richiede poca attrezzatura
  • Costi da bassi a moderati per un’elevata redditività
  • Potenzialmente virale sui social network
  • Aumenta il traffico e i click
  • Possibilità di sfruttare le statistiche
  • Migliora l’indicizzazione
  • Accesso permanente
  • Migliora l’immagine del brand

Per i clienti:

  • Accesso a luoghi remoti o chiusi al pubblico
  • Esperienza immersiva e interattiva
  • Ricchi contenuti fruibili gratuitamente
  • Fiducia nel brand (trasparenza)
  • Aiuta nel processo decisionale

I settori che beneficiano dei tour virtuali

Sono molti i settori che possono ottenere dei benefici creando un tour virtuale: negozi, atelier, agenzie, fabbriche, musei, monumenti, aree naturali, possono tutti aprire le loro porte e offrire il privilegio di una visita in qualsiasi momento.

In questo articolo ti presentiamo quattro settori in particolare che possono trarre vantaggio da un tour virtuale.

Il settore immobiliare

Più vicini alla realtà rispetto a delle semplici fotografie che appiattiscono la prospettiva, i tour virtuali permettono di apprezzare meglio i volumi e la distribuzione degli spazi. Le informazioni sui punti di interesse, sotto forma di testo, audio o video, possono essere consultate a proprio piacimento, mentre gli hotspot (punti di navigazione) indicano il percorso del tour virtuale. Alcuni software permettono anche di inserire la descrizione in diretta mediante l’integrazione di video dell’agente immobiliare.

Realizzare un virtual tour a 360º offre benefici per tutte le parti coinvolte:

  • Il proprietario di un immobile in vendita non deve più rassettare o recarsi sul posto ripetute volte: il virtual tour è disponibile 24 ore su 24.
  • Il potenziale acquirente non deve più incastrare molteplici appuntamenti e spostarsi correndo il rischio di rimanere deluso una volta sul posto.
  • Dopo il tour virtuale, gli agenti immobiliari potranno proporre la visita reale alle persone realmente interessate.

Insomma, un risparmio di tempo ed energia per tutti.

Il settore industriale

Come far visitare i propri stabilimenti ai clienti senza doversi lanciare in una complessa logistica? Semplicemente creando un tour virtuale e guidando gli ospiti a distanza. Anche nell’ambito industriale permette di risparmiare tempo, oltre ad essere un modo moderno di mostrare il proprio laboratorio o fabbrica e di rendere accessibili quei luoghi che richiedono rigorose misure di sicurezza.

Grazie al virtual tour, puoi illustrare il processo di fabbricazione di un prodotto e le diverse categorie professionali, o ancora offrire formazione sulle misure di igiene e di sicurezza ai tuoi collaboratori. Il tour virtuale è una risorsa permanente che puoi anche proiettare presso lo stand della tua azienda durante una fiera o una riunione.

Inoltre, il turismo industriale, detto anche turismo di scoperta economica, è in forte espansione. Un settore al quale la guida Routard dedica un intero dossier (in francese). Cosa aspetti allora a preparare il tuo virtual tour per soddisfare i più curiosi e dare un tocco di modernità alla tua immagine aziendale?

Il settore alberghiero

Analogamente a quanto succede per il settore immobiliare, poter visitare il luogo dove si prevede di soggiornare durante le vacanze incide sulla decisione finale.

Secondo i professionisti dell’affitto di case vacanze, il virtual tour non solo valorizza gli alloggi e li rende più invitanti, ma contribuisce inoltre alla loro visibilità: attraverso blog e social network, infatti, anche chi ha sempre sognato di visitare hotel inaccessibili o luoghi paradisiaci può finalmente realizzare questo desiderio.

Per il turista, è un modo di rassicurarsi e di ridurre al minimo le brutte sorprese che rischiano di rovinare le tanto meritate vacanze.

Turismo e cultura

Città e regioni hanno l’opportunità di valorizzare i loro paesaggi e il loro patrimonio inserendo nel tour virtuale tutte le informazioni utili ai visitatori, come luoghi d’interesse, aneddoti storici, orari di apertura e tutto ciò che può servire a creare una guida interattiva completa. Artigiani e commercianti possono inoltre realizzare una panoramica del proprio atelier e guadagnare maggiore visibilità.

Per quanto riguarda la cultura, puoi visitare musei, esposizioni presenti e passate, luoghi che non esistono più o persino antichi palazzi e castelli. I luoghi di cultura, siano essi temporalmente o permanentemente inaccessibili, offrono sempre più spesso la possibilità del tour virtuale, che può essere a 360° oppure statico con l’accesso, generalmente gratuito, alle collezioni.

Il virtual tour è quindi una forma di accesso alla conoscenza e di arricchimento culturale. E a beneficiarne non sono solo i musei nazionali, ma anche istituti culturali di ogni dimensione, che possono cogliere l’occasione per farsi conoscere a livello nazionale o mondiale, abbattendo qualsiasi barriera spazio-temporale.

A proposito di spazio, indossa la tua tuta spaziale per visitare la Stazione Spaziale Internazionale (astenersi chi soffre di claustrofobia) e goditi la vista da sogno dal modulo di osservazione Cupola.

Come creare un tour virtuale?

Se la tua passione è la fotografia, probabilmente disponi di attrezzature professionali o semi-professionali. In caso contrario, gli smartphone di oggi sono in grado di scattare foto di buona qualità. Completalo con un obiettivo grandangolare per smartphone e una base girevole per l’inquadratura a 360°.

Una volta caricato ed editato sulla piattaforma scelta, il tour virtuale viene normalmente ospitato sul Cloud della stessa. In base alle funzionalità del software usato, puoi arricchire il tuo tour panoramico con contenuti multimediali. 

A questo punto non ti resta che pubblicare il link sul tuo sito o condividerlo direttamente sui tuoi account social. Google Maps permette inoltre di incorporare il tour virtuale del proprio business alla posizione sulla mappa.

4 diversi software per virtual tour per 4 esigenze diverse

Hai un’agenzia immobiliare, un alloggio, una galleria o un laboratorio? Ti presentiamo 4 software per creare il tuo virtual tour. A fine articolo puoi consultare la metodologia di selezione. I software sono elencati in ordine alfabetico.

Concept3D

  • Valutazione complessiva: 4,8/5 (37 recensioni)
  • Versione gratuita e prova gratuita disponibili
  • Prezzo: su preventivo

Concept3D offre 3 tipi di modellazione: la mappa interattiva, il tour virtuale e il rendering 3D. La piattaforma si concentra soprattutto, ma non esclusivamente, sui complessi industriali, sui campus universitari e su strutture come gli ospedali.

L’obiettivo delle mappe e dei rendering è quello di avere una visione chiara di strutture che talvolta appaiono labirintiche e di completarle con tutte le informazioni necessarie ai visitatori. La funzionalità “wayfinding” permette di pianificare un percorso, mentre i dati in tempo reale possono fornire informazioni sullo stato degli stock in un magazzino.

Indicato per: settore industriale, strutture complesse

Funzionalità principali:

  • Tour virtuali interattivi
  • Mappe interattive
  • Rendering 3D
  • Distribuzione degli spazi
  • Integrazione file multimediali (loghi, video, audio, testo…)
  • Integrazione di dati in tempo reale

Per saperne di più

EYESPY360

  • Valutazione complessiva: 4,5/5 (103 recensioni)
  • Versione gratuita disponibile
  • Prezzo: abbonamento a partire da 19,99 € al mese per utente

EYESPY360 trasforma la planimetria in una modellazione 3D che si può osservare da tutte le angolazioni. Con un solo click ti trovi nella stanza selezionata. È possibile integrare file multimediali con i dettagli per ottenere un video di presentazione oppure per fornire informazioni tecniche. Le frecce animate mostrano il percorso come nella Street View.

Se sei un agente immobiliare, puoi optare per un tour preregistrato a cui hai aggiunto la tua descrizione in formato audio, oppure condurre una visita in diretta con una chiamata audio integrata. Per realizzare questi tour virtuali potresti aver bisogno di una fotocamera a 360°, ma la piattaforma ti permette di crearli anche a partire da foto in 2D.

Punto positivo per i tecnofobi, gli utenti di Capterra apprezzano la sua facilità d’uso, oltre alla rapidità di esecuzione.

Indicato per: settore immobiliare

Funzionalità principali:

  • Integrazione file multimediali (loghi, video, audio, testo…)
  • Planimetrie
  • Hotspot
  • Condivisione sui social network
  • Integrazione videochiamate
  • Ottimizzato per la realtà virtuale
  • Resoconti delle visite

Per saperne di più

LiveTour

  • Valutazione complessiva: 4,5/5 (115 recensioni)
  • Prova gratuita disponibile
  • Prezzo: da 4,5 € al mese per 3 LiveTour (2 € per ogni ulteriore LiveTour)

Nessun bisogno di investire in attrezzature professionali: LiveTour propone un kit a 45 €, composto da una lente grandangolare compatibile con gli smartphone e una base girevole motorizzata.

Una volta caricato il tour sulla piattaforma, non ti resta che personalizzarlo. Gli hotspot (punti interattivi) consentono di navigare da una stanza all’altra e di visualizzare la planimetria in tempo reale per orientarti. Con il pulsante di condivisione integrato, puoi inviare il tour virtuale ai tuoi contatti. Nel caso di un tour in diretta, è possibile aggiungere delle note sullo schermo per completare le informazioni visive.

Indicato per: principianti, budget limitati

Funzionalità principali:

  • Integrazione file multimediali (loghi, video, audio, testo…)
  • Planimetrie
  • Hotspot
  • Condivisione sui social network
  • Resoconti delle visite
  • Annotazioni in diretta
  • Ottimizzato per la realtà virtuale

Per saperne di più

My360

  • Valutazione complessiva: 4,8/5 (46 recensioni)
  • Versione gratuita e prova gratuita disponibili
  • Prezzo: abbonamento annuale a 35,10 € al mese e abbonamento mensile a 39 € al mese

Per utilizzare My360 hai bisogno di una fotocamera a 360° (disponibile sul sito internet del software). A questo punto ti basterà caricare le foto sulla piattaforma.

Dal menu laterale puoi entrare direttamente nella stanza desiderata e condividere il virtual tour con i tuoi contatti. Analogamente agli altri software di questo elenco, i tour virtuali possono essere personalizzati con logo, video e altre informazioni utili.

Nel caso di proprietà private, questa soluzione offre l’opzione di limitare la visita a un “frammento” e di consentire l’accesso al tour completo della proprietà dopo aver compilato un modulo integrato. In questo modo, solo le persone veramente interessate si mettono in contatto.

Indicato per: settori alberghiero e immobiliare

Funzionalità principali:

  • Integrazione file multimediali (loghi, video, audio, testo…)
  • Condivisione sui social network
  • Resoconti delle visite
  • Annotazioni in diretta
  • Ottimizzato per la realtà virtuale
  • Tour virtuali illimitati

Per saperne di più

Vuoi saperne di più? Consulta il nostro catalogo di software per virtual tour per scoprire altri prodotti.

Metodologia

I prodotti presentati in questo articolo sono stati selezionati sulla base dei seguenti criteri:

  • Software con tour virtuali a 360°
  • Valutazione complessiva minima di 4 su 5 su Capterra.it
  • Maggior numero di recensioni
  • Disponibilità di una versione gratuita o prova gratuita

Questo articolo potrebbe far riferimento a prodotti, programmi o servizi che potrebbero non essere disponibili nel tuo paese o potrebbero essere soggetti a restrizioni nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Ti suggeriamo di contattare direttamente il provider per richiedere maggiori informazioni sulla disponibilità del prodotto e sulla sua compliance con le leggi locali.