Crea il tuo webshop in 6 semplici passi

Pubblicato il giorno 14/1/2022 da Chiara Casse

Come creare il tuo webshop in 6 passi

Sono anni che ci pensi e finalmente è giunto il momento di prendere la decisione che da tempo stavi rimandando: creare il tuo webshop con i prodotti di punta che più ti appassionano. Migliaia di persone ci hanno già pensato prima di te, perché non dovresti farlo anche tu?

Hai già individuato il tuo prodotto, la tua nicchia, il tuo sistema di acquisto e la tua piattaforma per le spedizioni e non ti resta altro che creare il tuo sito web ma… aspetta! L’avvio di un webshop non comporta soltanto lo sviluppo e la creazione di un sito web, bensì implica anche tutta una serie di operazioni preliminari. Non si tratta di nulla di complicato, quindi non dovrai fare altro che iniziare a leggere i passaggi riportati di seguito per avere un webshop attivo e funzionante in pochissimo tempo.

Crea il tuo webshop in 6 semplici passi

  1. Registra il nome di dominio del tuo webshop
  2. Registrati presso la Camera di Commercio
  3. Aderisci alle leggi e alle regolamentazioni per le vendite online
  4. Scegli il webshop software adatto alle tue esigenze
  5. Definisci il tuo branding
  6. Crea le prime pagine del tuo webshop

1. Registra il nome di dominio del tuo webshop

Un nome di dominio corrisponde all’indirizzo Internet del tuo webshop. Ti consigliamo di utilizzare il nome della tua azienda, in modo che la tua attività sia facilmente riconoscibile e individuabile.

È fondamentale che il tuo nome di dominio corrisponda al tuo prodotto e al tuo gruppo target. Una buona idea può essere quella di invitare i tuoi amici a cena e fare un brainstorming per elaborare assieme il nome più accattivante. Prendi nota di tutte le idee emerse, dormici sopra… et voilà! Ecco individuato il nome perfetto.

Innanzitutto dovrai verificare la disponibilità del nome da te scelto digitando il potenziale nome di dominio nella barra di ricerca di siti come GoDaddy. Verifica inoltre che sui social media non sia già presente un account con lo stesso nome. Effettua quindi una ricerca su Google per accertarti che il nome da te scelto non abbia connotazioni negative.

Se tutto è in ordine, potrai procedere alla registrazione del tuo dominio mediante un cosiddetto registrar, ad esempio Register.it, Aruba, Google Domains, Namecheap o Go Daddy. Alcuni registrar offrono funzionalità aggiuntive come ad esempio l’hosting, la creazione di siti web e i servizi di posta elettronica. I costi di un dominio si aggirano in media attorno ai 10 € all’anno.

Prima di dare libero sfogo alla tua creatività e iniziare a progettare il tuo webshop, rifletti sulla parte dopo il punto. Quale TLD (Dominio di primo livello) vuoi associare al tuo dominio? Hai intenzione di concentrarti esclusivamente sul mercato italiano, pertanto usare soltanto il dominio .it, oppure hai intenzione di espanderti sul mercato internazionale? In tal caso, ti consigliamo di effettuare la registrazione con un’estensione generica (gTLD), ad esempio .com oppure .org. Tieni inoltre presente che il tuo ranking sarà interessato dal targeting geografico.

Suggerimento: ti consigliamo di registrare prima il nome del tuo dominio e di procedere alla registrazione presso la Camera di Commercio solo in un secondo momento. Una volta avvenuta questa seconda registrazione, il tuo nome diventerà pubblico e potrebbe essere registrato da qualcun altro rapidamente.

2. Registrati presso la Camera di Commercio

A questo punto, è giunto il momento di effettuare la registrazione presso la Camera di Commercio. Potrai registrare il tuo marchio presso qualsiasi sede della Camera di Commercio, la quale si occuperà di trasmettere la registrazione in via telematica all’Ufficio Marchi e brevetti di competenza. Tieni presente che l’operazione potrà essere svolta anche online, accedendo all’apposita piattaforma. Come requisito obbligatorio per l’invio dei moduli, dovrai disporre di una firma digitale. Ogni domanda dovrà avere per oggetto un solo marchio ed essere redatta in lingua italiana.

I costi di registrazione sono variabili in quanto sono costituiti da vari fattori, tra cui i diritti di segreteria, le tasse di concessione governativa, l’imposta di bollo e i costi legati a un’eventuale lettera di incarico. Per ulteriori informazioni, ti consigliamo di rivolgerti alla Camera di Commercio di tua competenza.

3. Creazione di uno store online – Aderisci alle leggi e alle regolamentazioni per le vendite online

Affinché il tuo webshop sia conforme, devono essere rispettate alcune regole. Da un lato dovrai fare i conti con il Regolamento generale per la protezione dei dati (GDPR, General Data Protection Regulation). Questa legge europea sulla privacy obbliga tutti gli imprenditori, le aziende e le organizzazioni che trattano ed elaborano dati personali a osservare determinate regole. Ad esempio, per poter consegnare un prodotto, un rivenditore online dovrà disporre di informazioni quali il nome e l’indirizzo del destinatario. Pertanto, il cliente dovrà essere informato circa i suoi diritti in termini di privacy.

A tale scopo, il tuo sito dovrà contenere un’informativa sulla privacy. Ad esempio, un cliente ha il diritto di visualizzare, eliminare o modificare i propri dati memorizzati su un sito web. Nella tua informativa sulla privacy dovrai informare il cliente su questi e altri diritti, nonché indicare la modalità con cui tali diritti potranno essere utilizzati. Grazie ai generatori gratuiti di Politica sulla privacy disponibili su Internet, come ad esempio PrivacyPolicies, sarai in grado di generare la tua politica sulla privacy personalizzata.

Suggerimento: se hai dei dubbi in merito alla conformità GDPR del tuo sito, esistono software in grado di verificare e identificare i dati sensibili per fare in modo che vengano gestiti in modo sicuro e siano conformi al regolamento GDPR.

Del resto, anche per le vendite online, esistono regole da rispettare. Ad esempio, i clienti devono poter identificare facilmente l’azienda a cui il sito web fa riferimento. Inoltre, le informazioni sulla tua azienda dovranno essere quanto più complete possibile e indicare l’indirizzo e-mail, il numero di telefono, il nome, l’indirizzo, l’iscrizione al Registro Imprese e il numero di partita IVA. Oltre al nome del tuo webshop, il tuo nome commerciale dovrà essere presente anche sul tuo sito. Ti consigliamo inoltre di includere una sezione “Contatti” o “Chi siamo” nella parte superiore di ciascuna pagina in cui aggiungere queste informazioni.

Esistono inoltre normative riguardanti le informazioni sul prezzo, le condizioni di restituzione (periodo obbligatorio di ripensamento di 14 giorni) e le opzioni di pagamento (i pagamenti effettuati soltanto con Postepay potrebbero non essere sufficienti). Evita l’insorgere di blocchi geografici, noti  anche come geo-blocking, e offri lo stesso tipo di trattamento sia ai clienti italiani ed europei che a quelli di altri continenti.

4. Scegli il webshop software adatto alle tue esigenze

Ora che hai risolto tutte le questioni amministrative, è giunta l’ora di passare alla fase di creazione del tuo webshop. Prima di avviare l’analisi e il confronto dei fornitori disponibili, è importante identificare il tipo di piattaforma di cui avrai bisogno: hai intenzione di servirti di una soluzione in hosting predefinita? Preferisci un webshop software open source? Oppure hai intenzione di creare il tuo sito da zero?

Per i programmi open source di e-commerce, dai un’occhiata al nostro elenco di piattaforme per e-commerce gratuite e open source.

Come scegliere il webshop software adatto al tuo webshop?

In base alla tipologia del tuo prodotto, dovrai esaminare in dettaglio i seguenti fattori:

  • Facilità di utilizzo
  • Collegamenti: identifica con anticipo l’eventuale presenza di collegamenti ad altri software di cui necessiti, ad esempio le piattaforme per spedizioni, i sistemi per la gestione dei pagamenti o i marketplace.
  • Design: il software include il tipo di design che avevi in mente?
  • Costi di sottoscrizione mensili o annuali: queste spese rientrano nel tuo budget?
  • Lingue disponibili: hai intenzione di espanderti su scala internazionale?
  • Ottimizzazione SEO: il software dispone di un numero sufficiente di opzioni per rendere il tuo webshop SEO friendly?
  • Ottimizzazione della versione mobile del tuo store online: gli acquirenti tendono sempre più frequentemente ad effettuare i propri acquisti da smartphone o tablet, pertanto la tua versione mobile dovrà essere perfettamente funzionante.

Suggerimento: serviti dell’elenco redatto da Capterra di webshop software per confrontare le diverse opzioni disponibili sul mercato. Leggi le recensioni verificate pubblicate dagli utenti in merito alle diverse funzionalità disponibili per ciascun prodotto.

5. Definisci il tuo branding

Ed eccoci qui! È giunto il momento di definire il tuo branding, ovvero l’aspetto estetico del tuo marchio. Innanzitutto dovrai identificare la tua buyer persona ideale, nonché stabilire le caratteristiche principali di identificazione del tuo webshop. Di che tipo di brand si tratta? È rivolto a persone chic, alla moda oppure innovative? Accertati di scegliere alcuni aggettivi che descrivano chiaramente l’essenza del tuo brand, nonché di adottare un tipo di carattere adatto alla personalità del tuo webshop. Seleziona inoltre due o tre colori fondamentali riconducibili al tuo logo e al design della tua pagina.

6. Crea le prime pagine del tuo webshop

Non resta altro che iniziare a creare le prime pagine del tuo webshop. Scegli il template che meglio si adatta alle caratteristiche estetiche del tuo store online. Per renderlo moderno, puoi ad esempio utilizzare uno sfondo bianco con accenti di colore. Accertati inoltre di usare sempre lo stesso tipo di carattere in tutto il sito.

Puoi iniziare con una home page e una pagina del prodotto contenente i link a tutte le singole sottopagine di prodotto, una pagina di contatto, l’informativa sulla privacy e, infine, i termini e le condizioni. Potrai quindi configurare i link con i sistemi di pagamento da te scelti, nonché le eventuali piattaforme di spedizione e i marketplace.

Vuoi saperne di più? Visita il nostro catalogo online in cui troverai numerose soluzioni software per creare e-commerce per le piccole imprese.

Questo articolo potrebbe far riferimento a prodotti, programmi o servizi che potrebbero non essere disponibili nel tuo paese o potrebbero essere soggetti a restrizioni nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Ti suggeriamo di contattare direttamente il provider per richiedere maggiori informazioni sulla disponibilità del prodotto e sulla sua compliance con le leggi locali.

Conosci l'autore

Content Analyst per Capterra. Esperta di tecnologia e responsabile degli studi su hi-tech e digitalizzazione rivolti alle PMI. Amante della natura e delle spiagge di Barcellona.

Content Analyst per Capterra. Esperta di tecnologia e responsabile degli studi su hi-tech e digitalizzazione rivolti alle PMI. Amante della natura e delle spiagge di Barcellona.