Cos’è il 5G e quali sono i suoi vantaggi per le PMI?

Pubblicato il giorno 16/12/2020 da Chiara Casse e Bruno Peláez

Vantaggi del 5G per le PMI

La tecnologia 5G è lo standard di nuova generazione per la connettività attraverso dispositivi mobili. I vantaggi del 5G sono molteplici, primo fra tutti la velocità di connessione, che potrebbe anche essere più elevata della connessione via fibra ottica. Questo aspetto influirà notevolmente sulle organizzazioni che si affidano a internet per svolgere le loro operazioni, da attività essenziali come la comunicazione tra le persone o la gestione dei dati in ambiente cloud, fino a processi più specifici come la raccolta e l’analisi di Big Data o l’uso di strumenti di business intelligence (BI).

Attualmente, la connessione 4G (la più diffusa tra le reti mobili) risulta limitata a causa dell’uso sempre maggiore delle nuove tecnologie, dell’archiviazione nel cloud e della gestione di file sempre più grandi, per non parlare della quantità di video che vengono visualizzati online ogni giorno. Il periodo di lockdown durante la pandemia da COVID-19 lo ha dimostrato: in molti casi il sovraccarico delle connessioni internet mobile ha provocato un aumento dei tempi di attesa per usufruire anche dei servizi più semplici come inviare messaggi o caricare una pagina web.

Con il 5G, tutti questi problemi vengono meno. Infatti, ogni dispositivo connesso alla rete mobile potrà usufruire di velocità fino ai 20 GB al secondo, ovvero tra 10 e 20 volte superiore all’attuale connessione in 4G.

La rivoluzione del 5G per le aziende

L’arrivo del 5G è accompagnato da numerosi progressi significativi nel campo della comunicazione, sia a livello privato che professionale.

A causa della pandemia del coronavirus e dopo lo stato d’emergenza, molte aziende hanno visto crescere il numero di dipendenti che lavorano in remoto nonché i servizi ospitati sul cloud, e ciò richiede un aumento importante anche nella capacità delle connessioni. L’introduzione del 5G consentirà di far fronte all’incremento della domanda e cambierà il modo in cui comunichiamo, con un maggior numero di dispositivi connessi a internet che inviano e ricevono dati in tempo reale.

I dispositivi 5G non subiranno rallentamenti di connessione a causa della saturazione della rete, come accade attualmente con le tecnologie 3G e 4G. Con il 5G, ciascun dispositivo usufruisce di una connessione esclusiva, come se disponesse di un cavo univoco grazie al quale non condivide la connessione con nessun altro dispositivo. In questo modo aumenta anche la sicurezza nella trasmissione dei dati.

Un altro vantaggio del 5G è la riduzione dei tempi di latenza, cioè la velocità di reazione della rete a una determinata richiesta, che in media scende a 3 millesimi di secondo, una durata quasi impercettibile per l’utente.

Cosa cambierà con l’uso del 5G?

Con l’introduzione del 5G cambieranno molte cose sia per le aziende che per il consumatore finale.

Quanto all’uso personale, la connessione sarà più veloce e stabile, permettendo di scaricare file e caricare film in streaming in pochi millesimi di secondo, proprio come se fossero fisicamente salvati sul nostro dispositivo.

Inoltre, non sarà più necessario ampliare la memoria interna o la capacità del nostro computer, dal momento che potremo archiviare e accedere ai nostri file salvati sul cloud in modo istantaneo, anche nel caso di file più pesanti.

Il 5G contribuirà anche all’evoluzione dell’internet delle cose (IoT, dall’inglese Internet of Things), dove più oggetti di uso quotidiano, come il frigorifero, il termostato di casa o l’automobile possono essere connessi a internet e controllati a distanza in tempo reale e senza interruzioni.

Si è stimato che in quest’anno 2020, le persone che utilizzano internet nel mondo siano più di 4,5 miliardi, una cifra che aumenterà sicuramente in seguito alle nuove condizioni create dalla pandemia. Pertanto, il 5G rivestirà senza dubbio un ruolo fondamentale nel facilitare l’accesso e garantire il traffico dati a tutti i dispositivi connessi a internet.

Nell’ambito professionale, i vantaggi del 5G vanno ben oltre la semplice connessione degli oggetti a internet. Il nuovo standard consentirà infatti di realizzare interventi chirurgici a distanza, azionare macchinari industriali in remoto o guidare veicoli telecomandati.

La tecnologia 5G applicata al B2B (Business to Business) permetterà anche di migliorare le relazioni commerciali e i processi aziendali, ad esempio con software per la logistica che tracciano in tempo reale le spedizioni o programmi intelligenti per la gestione del magazzino che elaborano gli ordini automaticamente.

O ancora, stimolerà la crescita di aziende tecnologiche, in un mercato in cui la domanda di servizi e prodotti basati sul cloud o sulla connessione internet è in costante crescita.

I vantaggi del 5G per le PMI

L’accesso al 5G permetterà alle piccole e medie imprese (PMI) di implementare servizi e tecnologie che finora solo le grandi aziende con un elevato potere d’acquisto potevano permettersi.

Con il 5G si delineano nuove possibilità di sviluppo per le aziende, che potranno accedere a una migliore automatizzazione dei processi e a una maggior ottimizzazione delle risorse. La possibilità di connettere a internet più dispositivi e attrezzature agevolerà il lavoro in remoto e farà così risparmiare i costi relativi agli spostamenti del personale e alla sua presenza sul luogo di lavoro.

Un altro vantaggio del 5G per le piccole e medie imprese è la possibilità di ampliare l’uso dei servizi basati sul cloud, evitando così di acquistare e mantenere dei server in loco. Non sarà necessario nemmeno disporre di un cablaggio fisico per collegare i computer e le attrezzature dell’azienda a una rete internet ad alta velocità.

L’ingresso del 5G nell’ambito aziendale permetterà inoltre di sfruttare il massimo potenziale dei software di intelligenza artificiale, per finalità tanto esterne quanto interne. In marketing, ad esempio, le connessioni più rapide e sicure miglioreranno significativamente il modo di analizzare il comportamento del cliente. Un altro esempio è quello degli strumenti di machine learning, che raccolgono informazioni e da queste imparano per migliorare i processi aziendali e risolvere automaticamente problemi inattesi.

Il 5G in Italia

In Italia, la pandemia del coronavirus ha rallentato molti progetti tecnologici, compresa l’implementazione della rete 5G.

Tim e Vodafone hanno attualmente implementato servizi commerciali 5G a Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, Bologna, Genova, Sanremo, Brescia e Monza. I due principali operatori hanno siglato un accordo per la creazione di una rete condivisa, grazie alla quale, entro il 2021, dovrebbero essere coperte altre cento città italiane, oltre a numerosi distretti industriali e alle principali località turistiche.

Per accedere alla rete 5G bisogna disporre di uno smartphone compatibile con le nuove frequenze. Nel corso del 2020 il catalogo di dispositivi che supportano la connessione 5G è cresciuto e, attualmente, quasi tutti i brand vantano uno o più modelli di questo tipo, sia di gamma alta che media.

Poiché il 5G usa frequenze diverse dal 4G, per offrire questo tipo di connettività è necessario riadattare l’intera rete mobile esistente. Sebbene le tappe per portare al termine il processo siano ancora numerose, è molto probabile che nel prossimo futuro il 5G raggiunga molti punti del Paese e divenga accessibile alla maggior parte della popolazione italiana.

Sei alla ricerca di software per gestione dei dati in ambiente cloud? Consulta il nostro catalogo!

Questo articolo potrebbe far riferimento a prodotti, programmi o servizi che potrebbero non essere disponibili nel tuo paese o potrebbero essere soggetti a restrizioni nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Ti suggeriamo di contattare direttamente il provider per richiedere maggiori informazioni sulla disponibilità del prodotto e sulla sua compliance con le leggi locali.