TikTok per le aziende: come vendere su TikTok per migliorare le tue performance

Pubblicato il giorno 9/3/2022 da Chiara Casse

Capterra-Header-TikTok per aziende

Ti sei mai chiesto se utilizzare TikTok per la tua azienda può essere vantaggioso? L’app cinese, lanciata da ByteDance e nata nell’estate del 2018 dalle ceneri di musical.ly, è il social network del momento, secondo il Social Media Trends 2022 di Talkwalker

Nel 2021, soltanto in Italia, TikTok ha superato i 10 milioni di utenti mensili, mentre a livello mondiale ha raggiunto quota 1 miliardo. Numeri in costante crescita, confermati anche dal Digital Report Global 2021

Ogni giorno gli utenti iscritti alla piattaforma aumentano, così come potrebbe succedere con le possibilità per la tua azienda di raggiungere il suo pubblico ideale in modo creativo e allo stesso tempo strategico.

Nonostante il business dietro sia in costante crescita, la concorrenza non è ancora altissima. 

Molte aziende si stanno approcciando adesso all’utilizzo di questa piattaforma e soltanto alcune di queste l’hanno inserita nella propria strategia di marketing. 

Come funziona TikTok per le aziende?

TikTok è un’applicazione mobile utilizzata per creare e condividere video di intrattenimento molto brevi. La sua essenza si basa sull’immediatezza e la facile fruizione dei contenuti.

Vi sono alcune peculiarità che contraddistinguono TikTok rispetto agli altri social network. Vediamo le principali:

  • La natura di questo social network è lo User Generated Content (UGC), ovvero un tipo di contenuto generato dagli utenti stessi, i cosiddetti “tiktokers”.
  • La durata del video: ciascun video non supera i 60 secondi. L’incisività del messaggio che desideri comunicare è dunque importantissima.
  • TikTok forniscegli strumenti per creare un video creativo all’interno della piattaforma stessa: musica di tendenza, filtri particolari, font originali.
  • Pertinenza dei contenuti proposti: TikTok utilizza un tipo di intelligenza artificiale che mostra agli utenti soltanto video che possono essere di loro interesse. In questo modo, una volta intercettata la tua nicchia di riferimento sarà semplice trasmetterle il tuo messaggio.
  • Interattività: TikTok offre intrattenimento ai propri utenti sfidandoli in challenge a tempo o motivandoli verso una buona causa, creando dei veri e propri trend. In questo modo ciascun tiktoker può mettere alla prova la propria fantasia e provare a diventare virale.

TikTok per le aziende: come vendere in modo efficace e strategico

Usare TikTok per un’azienda può sembrare davvero una sfida. Tuttavia, seguendo i giusti passaggi e una strategia ben ponderata i risultati potrebbero arrivare

Vediamo come inserire TikTok all’interno di una strategia di digital marketing per aziende.

1. Impostare obiettivi S.M.A.R.T.

Prima di tutto è importante chiedersi quali sono gli obiettivi che si intende raggiungere nel medio-lungo termine, a livello business e strategico.

È fondamentale fissare uno o più obiettivi S.M.A.R.T., ovvero obiettivi specifici, misurabili, realizzabili, rilevanti e temporizzabili da raggiungere attraverso la propria strategia digital. Monitorando il raggiungimento dei tuoi obiettivi, sarai in grado di capire se stai seguendo la strada giusta o, al contrario, se è opportuno modificarla.

Se è la prima volta che ti approcci a TikTok, ti consigliamo di impostare obiettivi non eccessivamente ambiziosi, come ad esempio la creazione di una community, l’aumento delle visite al tuo sito web/e-commerce o la crescita della tua brand awareness. 

A meno che il tuo brand non sia già molto conosciuto, è difficile che si realizzino nel breve termine obiettivi come l’aumento del 50% delle vendite sul tuo e-commerce entro un mese dall’apertura del tuo account.

2. Definire il proprio target di riferimento

Prima di cominciare a capire come vendere su TikTok, è opportuno chiedersi qual è il proprio pubblico di riferimento. In particolare, devi domandarti chi è il tuo cliente ideale, quali sono i suoi interessi e come si comporta online. Capire dunque se la tua audience ideale utilizza abitualmente questo social network.

È ormai errato credere che TikTok sia utilizzato soltanto dalla Generazione Z. L’età media degli utenti è infatti di 34 anni, secondo quanto riportato dall’Osservatorio Nazionale Influencer Marketing.

Soltanto dopo aver definito la tua buyer persona, potrai capire se TikTok è la piattaforma giusta dove poterla intercettare e dunque anticipare le sue decisioni di acquisto.

3. Studiare i competitor

Prima di costruire una strategia per TikTok, ti consigliamo di analizzare le attività dei tuoi competitor.  Questo non significa copiare la loro strategia, ma capire come si stanno muovendo online e quali sono i loro punti di forza.

Poniti domande come “Quali obiettivi vogliono raggiungere?”, “Che cosa comunicano e in che modo?”, “A chi si rivolgono?”, “Qual è la cadenza di pubblicazione?”, “Qual è il loro tone of voice?”, “Che tipo di ADV stanno creando?”.

In questo modo avrai una panoramica completa di ciò che funziona e ciò che non funziona della strategia digital dei tuoi diretti competitor.  Un modo utilissimo per partire con il piede giusto e, certamente, prendere ispirazione.

4. Creare una strategia su TikTok per la propria azienda

Avere una strategia su TikTok significa elaborare un piano di azione efficace per il raggiungimento degli obiettivi prestabiliti. 

È importante pubblicare contenuti chiari, riconoscibili e coerenti al proprio brand.

Come prima cosa ottimizza al meglio il tuo profilo: registrati su TikTok come account aziendale in modo da accedere alle funzionalità extra. Scegli un’immagine del profilo che rispecchi al meglio il tuo brand e scrivi un breve testo di presentazione. Non dimenticarti, infine, di aggiungere il link del tuo sito web o e-commerce.

Abbiamo già anticipato che TikTok potrebbe essere un mezzo efficace per coinvolgere e intrattenere il tuo target di riferimento. Utilizza questo social network per comunicare ai tuoi potenziali clienti che cosa contraddistingue il tuo brand, quali sono i tuoi valori e i punti di forza. Non esagerare con l’autocelebrazione, ma sii fantasioso e creativo!

La tua strategia deve portare un valore aggiunto alla tua nicchia di riferimento, sia che si tratti di un video di intrattenimento che di informazione.

Vendi prodotti per la casa? Crea una strategia che includa video tutorial su come utilizzare i tuoi best seller! Gestisci un negozio di ferramenta? Crea complementi di arredo utilizzando i tuoi materiali. Inventa, sperimenta e non dimenticare di coinvolgere la tua community!

La strategia di TikTok per la tua azienda deve includere anche l’interazione con la tua nicchia di riferimento. Interagisci con il tuo pubblico, commenta i suoi video e fatti conoscere con interazioni di qualità.

Utilizza gli hashtag giusti. Creane uno personalizzato per il tuo brand e inseriscilo sia nella bio del profilo, che in ciascun video che pubblicherai. Seleziona poi gli hashtag più coerenti al tuo brand, con un occhio di riguardo a quelli di tendenza. In questo modo sarà più facile essere intercettato dai tuoi potenziali clienti ed avere, allo stesso tempo, nuovi spunti per la tua strategia di comunicazione.

5. Utilizzare software di pianificazione di contenuti

Nonostante la semplicità di utilizzo di TikTok, non bisogna dimenticare che questo richiede un notevole investimento di risorse, soprattutto di tempo. Per facilitare la pubblicazione dei contenuti, ti consigliamo di prendere in considerazione un software di pianificazione

In questo modo, puoi organizzare la pubblicazione dei tuoi video in un piano editoriale e pianificare il giorno e l’ora di uscita sulla piattaforma.

Utilizzare questo tipo di software per social media management significa avere anche una panoramica completa dei contenuti creati e da creare.

6. Sperimentare le challenge e l’influencer marketing

Un modo per aumentare la visibilità della tua azienda su TikTok è creare le challenge. Si tratta di mini-sfide che invitano gli utenti a pubblicare un video a tema, inserendo l’hashtag di riferimento e utilizzando un determinato sfondo musicale.

Le challenge possono essere create dagli utenti, da TikTok stesso oppure dai brand. 

Se decidi di lanciare una challenge, ti consigliamo di proporre una sfida legata al tuo brand e impostare un obiettivo ben preciso da raggiungere.

Si tratta di un vero e proprio esempio di gamification, in cui gli utenti partecipano gratuitamente ad una sfida-gioco in cambio di notorietà. Allo stesso tempo, anche il brand ne beneficia aumentando la sua popolarità e il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

7. Investire in TikTok ADS

Se desideri raggiungere rapidamente la tua audience su TikTok, gli annunci pubblicitari a pagamento sono un’interessante opzione. 

Per creare degli annunci pubblicitari su TikTok è necessario avere un account “TikTok for Business” e compilare il modulo al suo interno. Dopo aver avviato la procedura e definito un budget, puoi cominciare configurando la tua campagna, impostando parametri quali la copertura del tuo annuncio e la definizione del tuo pubblico.

TikTok offre molteplici formati di adv su cui investire e sperimentare:

  • In-feed (annunci nativi);
  • Brand takeover;
  • Hashtag challenge, che abbiamo visto al paragrafo precedente;
  • Branded lenses;
  • Top-view video.

Se sei all’inizio, ti consigliamo di provare gli annunci In-Feed, molto popolari alle PMI. Con un investimento relativamente contenuto si possono ottenere i primi risultati.

8. Misurare l’engagement con software di monitoraggio

Come per tutte le campagne di social media marketing, è essenziale misurare i risultati del tuo investimento pubblicitario. Analizzare i risultati raggiunti e archiviarli è fondamentale e utile per le successive campagne.

Se non sei pratico in questo tipo di attività, è utile affidarsi a software esterni di monitoraggio, ideali anche per confrontare le campagne pubblicitarie create su social network differenti. In questo modo avrai tutte le metriche e i risultati in un unico luogo di riferimento.

Esempi di successo di aziende che utilizzano TikTok per vendere

Innovazione, creatività e intrattenimento. Sono questi gli ingredienti principali di alcune aziende che hanno saputo utilizzare TikTok in modo ottimale e che hanno colto in modo creativo le opportunità offerte dalla community.

Tra i brand che meglio sono riusciti a comunicare su TikTok, vi è Amazon Prime Video Italia, una delle principali piattaforme di streaming sul mercato. 

L’obiettivo della strategia era quello di creare buzz intorno allo spettacolo “Good Omens”, tratto dal libro di Terry Pratchett e la sua interpretazione della nascita del figlio di Satana.

Per coinvolgere il pubblico più giovane, Amazon Prime ha lanciato una challenge con l’hashtag #beneVSmale, invitando gli utenti a mostrare in modo fantasioso i loro lati angelici e demoniaci. 

I risultati sono stati sorprendenti, ricevendo 36 milioni di impression, oltre 9,4 milioni di interazioni e 22.000 challenge realizzate dai tiktokers.

Anche Tampax, il marchio di prodotti per la cura femminile che produce assorbenti per le donne in oltre 100 paesi, ha lanciato una campagna destinata alle giovani donne italiane. 

Attraverso l’emozionante storytelling dell’atleta paralimpica Carlotta Gilli, la campagna In-Feed Ads di Tampax ha generato un tasso di coinvolgimento del 4,06% e l’1,09% di click-through rate.

Concludiamo con UnipolSai, la storica compagnia assicurativa italiana. Per avvicinare i più giovani al tema della guida sicura e far conoscere il dispositivo satellitare Unibox, ha avviato una campagna di influencer marketing. 

Attraverso il volto di Mattia Stanga, content creator di successo, e un linguaggio fresco e divertente, UnipolSai ha raggiunto ottimi risultati. Il video creato appositamente per TikTok ha totalizzato oltre 49 milioni di impression.

Questo articolo potrebbe far riferimento a prodotti, programmi o servizi che potrebbero non essere disponibili nel tuo paese o potrebbero essere soggetti a restrizioni nel rispetto delle disposizioni legislative vigenti. Ti suggeriamo di contattare direttamente il provider per richiedere maggiori informazioni sulla disponibilità del prodotto e sulla sua compliance con le leggi locali.

Conosci l'autore

Content Analyst per Capterra. Esperta di tecnologia e responsabile degli studi su hi-tech e digitalizzazione rivolti alle PMI. Amante della natura e delle spiagge di Barcellona.

Content Analyst per Capterra. Esperta di tecnologia e responsabile degli studi su hi-tech e digitalizzazione rivolti alle PMI. Amante della natura e delle spiagge di Barcellona.